Kung Fu - Hung Gar - ASD-CiEn

Vai ai contenuti

Kung Fu - Hung Gar

Cos’è Kung Fu stile Hung Gar?
o abbreviato hung kuen, o Hongjiaquan ( pugno della famiglia Hung) è uno stile di Kung Fu È uno dei cinque nomi importanti di arti marziali della Cina del sud. La nascita dello stile Hung Gar, che letteralmente significa "Stile della famiglia Hung",
va fatta risalire al 1700 d.C., all'epoca della distruzione di un monastero shaolin del sud. Da questo riuscirono a salvarsi sette monaci i quali, secondo la leggenda, cominciarono a diffondere l'arte marziale del Kung Fu. In particolare uno di loro, rifugiatosi nella "Fossa delle tigri", un monastero del sud, trasmette le sue tecniche al mercante Hung Hei Gung. È con lui che si ha la nascita dello stile Hung Gar, decide infatti di codificare gli insegnamenti con la prima forma dello stile, la Gung Ji Fook Fu Kuen. Questa, sebbene sia la prima, viene usata tuttora dai maestri per testare il livello raggiunto dagli allievi, anche di quelli più esperti. La storia dell'Hung Gar continua con le 10 tigri di Canton. A questi segue Wong Fei Hung, un maestro di grande importanza per aver posto le basi della scuola. Suo contemporaneo è Tid Kiu San ("avambraccio di ferro"), che viene ricordato per aver ideato la Tid Sin Kuen, la forma del filo di ferro.
La prima forma Mui Fa Kuen ("Forma del fiore di prugno"). Questa viene insegnata agli allievi che si avvicinano per la prima volta all'Hung Gar, in modo da indirizzarli verso l'acquisizione delle posture principali. La successione dei maestri prosegue con Chan Hon Chun, uno dei maestri universalmente riconosciuti da tutti i praticanti di Hung Gar nel 1973 premiato dalla regina Elisabetta II con una medaglia al merito per i suoi contributi sociali, a cui segue Cheug Yee Keung uno dei migliori maestri di questo stile. L’allenamento si basa su posizioni basse per rinforzare il corpo e movimenti che imitano i due animali principali : tigre e gru.
Completano lo stile gli altri animali del Monastero Shaolin (drago, leopardo, serpente) e i cinque elementi del sistema Taoista. E’ previsto sia l’apprendimento delle forme a mano nuda che delle armi e dell’omino di legno .
Le tecniche di difesa sono molto efficaci e il sistema che viene insegnato è adatto a tutti: uomini, donne, bambini perché completo di molti aspetti che lo rendono flessibile. Forme principali:
  • Moi Fa Kuen (Pugno del fiore di prugno)
  • Lau Gar Kuen (Pugno della famiglia Lau)
  • Gong Ji Fook Fu Kuen (ideogramma della forza, sottomettere la tigre)
  • Wu Dip Jeung (Forma dei palmi a farfalla)
  • Fu Hok Seung Ying Kuen (Doppia forma della tigre e della gru)
  • Ng Ying Kuen (forma dei cinque animali)
  • Sup Ying Kuen (Pugno delle dieci vie o dei dieci modelli (5 animali - 5 elementi)
  • Tid Sin Kuen (Pugno del filo di ferro)
Armi
  • Bastone due teste (Seung Tou Guan)
  • Bastone della famiglia Lau (Lau gar Guan)
  • Doppi coltelli a farfalla (Seung Wu dip Dou)
  • Grande palo (Tai Guan /Pa Qua Guan)
  • Spada curva (Daan Dou)
  • Lancia (Ying Cheong)
  • Forcone (Tai Pa)
  • Spada dritta (Kim)
  • Alabarda (Kwan Dou)
  • Panca (Kiu Dung)
Queste sono le armi principali adottate dallo stile Hung Gar. Secondo la tradizione cinese possono essere divise in armi Yin e Yang. Le prime sono considerate armi femminili veloci, leggere e precise, come la spada dritta; le altre invece sono maschili, più lente, forti e potenti, come l'alabarda. Può essere fatta inoltre un'altra distinzione: armi proprie ed armi improprie. Le prime nascono con lo specifico intento di essere utilizzate quali armi; le seconde invece, in origine non lo erano, ma invece strumenti di lavoro, spesso di origine rurale (come il bastone a due teste o il forcone) o a volte provenienti da altri mestieri (come i coltelli a farfalla strumenti da lavoro di macelleria). Questa tipologia di armi perciò entrò solo successivamente a far parte della tradizione marziale, quando lo stile cominciò a diffondersi e ad essere praticato dalla popolazione.
2020 © A.S.D. CiEn - All Rights Reserved - Created By Enza Saccotelli
Torna ai contenuti